Creare modelli 3D per i merchant

I merchant Shopify possono utilizzare 3D Warehouse per incorporare i modelli 3D dei prodotti nel proprio negozio online. Quando crei modelli 3D di prodotti per conto di un merchant, è necessario che questi rispettino determinati standard. Se il risultato finale è conforme a tali standard, il merchant riceve un modello versatile e di alta qualità, che può essere utilizzato per varie esperienze, tra cui realtà aumentata (AR), realtà virtuale (VR), rendering dei prodotti e marketing. Se un modello non soddisfa gli standard, è probabile che il merchant lo rifiuti.

Questa guida illustra gli standard di modellazione che un modello 3D deve soddisfare ed evidenzia alcune problematiche comuni che potrebbero comportare il rifiuto da parte di un modello da parte del merchant.

Software di modellazione 3D di uso comune

Per creare modelli 3D per i merchant vengono generalmente utilizzati i seguenti software 3D:

Logo Maya

Maya

Logo Blender

Blender

Logo 3ds Max

3ds Max

Logo ZBrush

ZBrush

Logo Substance Painter

Substance Painter

Logo Photoshop

Photoshop


Maya

Autodesk Maya è uno standard di settore per la modellazione 3D che offre tutti gli strumenti necessari per creare modelli 3D di alta qualità.


Blender

Blender è una valida alternativa gratuita e un'ottima soluzione per avvicinarsi al mondo della modellazione 3D. È inoltre utile per visualizzare in anteprima i file del modello 3D.


3ds Max

3ds Max è un altro software di modellazione 3D di Autodesk. 3ds Max non è incentrato sulla modellazione come Maya, ma offre comunque tutti gli strumenti necessari.


ZBrush

ZBrush di Pixologic è un intuitivo programma di scultura che semplifica la creazione di superfici morbide e dettagli di alta qualità, ma poco adatto per realizzare mesh ottimizzate.


Substance Painter

Substance Painter è uno strumento affidabile che permette di creare texture di alta qualità dipingendole direttamente su un modello in uno spazio 3D. Può inoltre essere utilizzato per esportare modelli in formato GLB.


Photoshop

Adobe Photoshop è una soluzione affidabile, ma non a livello di Substance Painter per quanto riguarda la creazione di texture 3D.

Caratteristiche dei modelli di alta qualità

Di seguito sono riportate alcune best practice da seguire per creare il modello di un prodotto. Queste best practice consentono di realizzare modelli accurati e di alta qualità, che possono essere utilizzati in vari modi, tra cui AR Quick Look, visualizzatori 3D nei browser, realtà virtuale e rendering dei prodotti.

Accuratezza visiva

  • Il modello appare identico alle foto di riferimento.
  • Il modello è costruito in scala reale. Per creare un modello con le stesse dimensioni del prodotto reale, il modellatore deve utilizzare le unità corrette:

    Vista laterale di un modello di tavolo con la stessa altezza del prodotto reale (73 cm).

Qualità della mesh

  • Per il modello è stata utilizzata la quantità di geometria strettamente necessaria.

    A sinistra: un modello con la quantità di geometria necessaria. A destra: un modello con una geometria eccessiva.

  • Sul modello non sono presenti poligoni neri. I poligoni neri segnalano la presenza di errori nel modello, ad esempio due facce sovrapposte o normali che devono essere sbloccate.

    Vista ravvicinata di un modello con poligoni neri.

  • Le singole parti sono state modellate separatamente e quindi assemblate come nel prodotto reale.

    A sinistra: componenti di una borsa modellati separatamente. A destra: componenti di una borsa combinati.

  • I bordi del prodotto sono smussati per agevolare le transizioni.

    A sinistra: un cubo con i bordi correttamente smussati. Destra: un cubo con bordi non smussati.

Physically-Based Rendering

  • Le texture vengono esportate utilizzando un flusso di lavoro PBR (Physically-Based Rendering).

    Per i file USDZ occorre esportare le seguenti mappe texture:

    • Diffuse
    • Metalness
    • Normal
    • Roughness
    • Occlusion
    • Emissive (facoltativa)

    Per i file GLB occorre esportare le seguenti mappe texture: - Diffuse - Normal - Un'unica mappa con Occlusion, Roughness e Metalness mappate rispettivamente sui canali rosso, verde e blu - Emissive (facoltativa)

Qualità dei materiali

  • I materiali assegnati alla geometria corrispondono alle foto di riferimento del prodotto.

  • Sono presenti sfumature e dettagli spesso ignorati nei modelli di qualità inferiore. Piccole striature, graffi e imperfezioni contribuiscono a rendere più credibile il modello.

    Vista ravvicinata di un quadrante con imperfezioni nel materiale.

  • Esiste una sola mappa texture per ogni caratteristica del modello, ad esempio Roughness, Metalness e Ambient occlusion:

    Cinque mappe texture per un modello di orologio.

    Per i file USDZ occorre includere le seguenti mappe:

    • Diffuse
    • Metalness
    • Normal
    • Roughness
    • Occlusion
    • Emissive (facoltativa)

    Per i file GLB occorre includere le seguenti mappe: - Diffuse - Normal - Un'unica mappa con Occlusion, Roughness e Metalness mappate rispettivamente sui canali rosso, verde e blu - Emissive (facoltativa)

  • La dimensione dei file delle texture è ridotta al minimo senza compromettere la risoluzione.

Modello per le verifiche

  • La mesh è quadrangolata, ovvero utilizza una geometria a quattro lati. La geometria quadrangolata è la migliore, a meno che per il formato di file richiesto sia preferibile la geometria triangolata (a tre lati).

    In un modello quadrangolato, ogni poligono ha quattro lati. In un modello triangolato, ogni poligono ha quattro lati.
    A sinistra: un modello quadrangolato. A destra: un modello triangolato.

  • Il modellatore ha conservato un file correttamente funzionante. Archiviare una versione del file del modello prima di congelare le trasformazioni o cancellare la cronologia contribuisce a evitare possibili problemi futuri.

Conteggio dei poligoni

  • Il conteggio dei poligoni è ridotto al minimo, ma conservando tutti i dettagli del prodotto.
  • Il modello rispetta i limiti del conteggio dei poligoni dei vari formati multimediali che potrebbero essere utilizzati, tra cui post 3D su Facebook, AR Quick Look e VR.

Layout UV

  • Tutte le shell UV del modello sono mappate in un'unica mappa texture.
  • Tutte le shell UV sono posizionate nello spazio 1:1.
  • Nessuna delle shell UV è sovrapposta.
  • Le cuciture UV sono state posizionate sui bordi naturali del modello 3D.
  • Le shell UV sono state aperte manualmente utilizzando tecniche di unwrapping appropriate. Non sono stati utilizzati strumenti di unwrapping automatico.

    UV aperti posizionati in uno spazio 1:1.

Origine del prodotto

  • L'origine del prodotto è centrata sulla base del prodotto.

    Modello di tavolo con l'origine posizionata alla base.

Prassi di esportazione

  • Tutti gli oggetti sono stati combinati in un unico oggetto.
  • Tutti i bordi sono stati smussati.
  • La base del modello è stata posizionata all'origine della griglia.
  • Tutte le trasformazioni sono state congelate.
  • L'intera cronologia è stata eliminata.
  • Al modello è assegnato un solo materiale, se non diversamente richiesto.

Requisiti tecnici

  • Il modello è stato inviato al merchant nei formati GLB e USDZ. Per maggiori informazioni, consulta Consegnare al merchant i modelli completati.
  • La dimensione totale del file dovrebbe essere di circa 3 MB. Alcuni supporti multimediali potrebbero richiedere dimensioni minori.
  • Le texture devono essere file JPG ottimizzati, se possibile.

Esempi di modelli

I modelli seguenti soddisfano tutti i criteri della Checklist degli standard dei modelli 3D e sono forniti in formato sia GLB che USDZ. I modelli inviati al merchant devono essere di qualità simile.

Scarica i modelli

Prodotti morbidi e prodotti rigidi

I prodotti morbidi hanno una forma che può essere modificata dal tatto e dalla gravità, Alcuni esempi sono indumenti, coperte e cuscini. I prodotti morbidi devono richiamare l'idea di flessibilità. Per avere un aspetto realistico, devono presentare pieghe e grinze. I prodotti morbidi devono essere modellati in modo che si percepisca la forza di gravità. Tieni presente come i merchant desiderano visualizzare i prodotti, se piegati, appesi o distesi.

I prodotti rigidi mantengono la propria forma nonostante gli effetti del tatto e della gravità. Alcuni esempi sono vasi, stoviglie e oggetti elettronici. La geometria e i bordi devono essere netti e precisi. In genere, le superfici sono perfettamente lisce e riflettono bene la luce. Possono presentare imperfezioni nella texture, ma non nella geometria. I bordi devono essere smussati per conferire un maggiore realismo.

A sinistra: un prodotto morbido. A destra: un prodotto rigido.

Prodotti estremamente dettagliati e prodotti di grandi dimensioni

I prodotti estremamente dettagliati presentano texture, etichette o loghi che richiedono particolare attenzione. I prodotti devono essere nitidi e ben visibili. È importante che lo spazio della texture sia completamente ottimizzato e le texture devono essere dipinte con precisione e cura. Inizia a dipingere le texture in alta risoluzione e quindi, se necessario, comprimi il file. Consenti alle parti della geometria con loghi e testo di occupare uno spazio maggiore sulla mappa UV, se richiesto.

I prodotti di grandi dimensioni occupano più spazio di un prodotto medio. Alcuni esempi sono divani, auto e biciclette. È importante che le texture di questi prodotti siano completamente ottimizzate. Negli sfondi questi prodotti hanno dimensioni decisamente superiori, quindi le texture allungate o a bassa risoluzione risultano più visibili per gli utenti. Spesso, per i prodotti di grandi dimensioni, le texture devono essere pari ad almeno 2K. Inizia a dipingere le texture in alta risoluzione e quindi, se necessario, comprimi il file.

A sinistra: un prodotto estremamente dettagliato. A destra: un prodotto di grandi dimensioni.

Tempistiche

Prima di avviare il processo di modellazione, discuti delle tempistiche con il merchant e fornisci una stima del tempo necessario per creare il modello in base alle foto di riferimento. I fattori che possono influire sui tempi di creazione sono:

  • Complessità del modello
  • Complessità della texture
  • Quantità di varianti disponibili
  • Precisione delle dimensioni fornite dal merchant
  • Qualità e quantità delle foto del prodotto fornite dal merchant

Verifica della qualità

Quando ritieni che il modello sia pronto, prima di inviare tutti i file completati esegui una verifica e chiedi al merchant di fare altrettanto. Il merchant conosce meglio i propri prodotti e può stabilire se un modello li rappresenta con precisione.

Per effettuare la tua verifica, utilizza la checklist degli standard, che ti permette di controllare il livello di accuratezza e qualità del modello prima di inviarlo al merchant. Questo diminuisce le probabilità di dover rivedere il modello dopo averlo inviato al merchant, riducendo così i tempi di consegna.

Quando invii il modello al commerciante, assicurati di fare quanto segue:

  • Controlla che abbia un formato ispezionabile a 360 gradi.
  • Controlla che il merchant disponga di un dispositivo adeguato per visualizzare un'anteprima del modello.
  • Controlla che il file funzioni correttamente nel formato richiesto, se applicabile.

Quando tutte le voci della checklist degli standard sono state verificate e il merchant è soddisfatto del risultato, il modello 3D può essere considerato approvato.

Di seguito sono riportati alcuni dei problemi di qualità più comuni che possono causare il rifiuto di un modello da parte del merchant.

Scala errata

Il modello non ha le stesse dimensioni del prodotto reale. Quando affiancati in realtà aumentata, il modello e il prodotto reale dovrebbero avere le stesse dimensioni.

Componenti sproporzionati

Un componente del modello 3D è sproporzionato rispetto agli altri. Assicurati di aver raccolto abbastanza informazioni sulle parti di un prodotto prima di iniziare a crearne il modello. Può essere utile disporre di foto di riferimento da più angolazioni, in modo da poter vedere i componenti da tutti i lati e non doversi basare solo su misurazioni scritte.

Geometria errata

La geometria potrebbe presentare errori che influiscono sulla visualizzazione del modello. Di seguito sono riportati alcuni esempi degli errori più comuni a cui prestare attenzione:

  • Problemi di livellatura
  • Problemi di smussatura
  • Poligoni con cinque lati anziché quattro, con un conseguente rischio di effetto pinzatura
  • Z-fighting (poligoni duplicati nello stesso piano)
  • Decimazione o triangolazione (se possibile, utilizzare sempre quadrilateri)
  • Ritaglio o interpenetrazione
  • Più set di UV
  • Più materiali applicati durante l'esportazione

Geometria incompleta

Spesso nella realtà aumentata o in altri supporti multimediali la geometria presenta lacune e vuoti. Verifica che tutti i bordi siano completi e che i punti siano stati collegati.

Forma errata

La forma del modello non corrisponde a quella del prodotto. Verifica con attenzione forma e proporzioni. Il profilo del modello deve corrispondere alle foto di riferimento del prodotto.

Materiali non corretti

I materiali del modello non corrispondono a quelli del prodotto. L'accuratezza dei materiali è fondamentale per assicurare la credibilità del modello. Verifica che i materiali presentino la giusta quantità di riflettività, lucidità e trasparenza.

Texture sfocate e a bassa risoluzione

I file delle texture sono sfocati e a bassa risoluzione. Quando crei i file delle texture, inizia con una risoluzione elevata. Potrai ridurla successivamente, a seconda della dimensione del file della texture necessario. Per l'Internet mobile, i file della texture non devono essere superiori a 2048 x 2048 px. Per eseguire l'ottimizzazione in base alle dimensioni, puoi utilizzare una combinazione di texture con varie dimensioni.

UV distorti

Gli UV del modello sono distorti. Verifica la presenza di stretching o distorsione negli UV. Accertati di assegnare una quantità di spazio corretta agli oggetti che richiedono più dettagli o attenzione (ad esempio, loghi e testo che devono risultare ben visibili).

Consegnare al merchant i modelli completati

Quando un modello è completo e approvato, puoi consegnare tutti i file del modello al merchant utilizzando il metodo più funzionale per entrambe le parti, ad esempio, email, Dropbox o Services Marketplace. Se il merchant ha dei dubbi su come caricare il modello nel proprio negozio Shopify, consiglia la lettura di 3D Warehouse.

Quando consegni un modello 3D, includi i file in formato GLB e USDZ. I diversi formati verranno presto utilizzati per funzionalità diverse, quindi devi fornire entrambi i tipi di file al merchant, in modo che possa sfruttare tutte le funzionalità disponibili.

Formato USDZ

A partire da iOS 12, il formato USDZ viene utilizzato da ARKit di Apple ed è l'unico tipo di file compatibile con la funzione AR Quick Look di Apple. I programmi di modellazione 3D non hanno ancora la capacità di esportare file nel formato USDZ, ma molti dei programmi principali riusciranno a farlo presto. Nel frattempo, insieme a XCode Command Line Tools versione 10 viene fornito un convertitore USDZ.

Formato GLB

Il formato GLB viene utilizzato dalla maggior parte dei visualizzatori 3D. I file GLB sono file singoli che includono sia il modello che le texture.

Le tre guide indicate di seguito spiegano come creare file GLB utilizzando tre programmi di modellazione 3D comunemente utilizzati:

Sei pronto per iniziare a vendere con Shopify?

Provalo, è gratis