Migrazione da Etsy

Questa guida illustra come migrare il negozio a Shopify da Etsy.

Puoi usarla come punto di partenza e come riferimento per assicurarti di non dimenticare nessuna attività chiave di configurazione.

Passaggio 1: modalità di trasferimento dei contenuti e dei dati del negozio Etsy su Shopify

Dopo aver creato il negozio su Shopify, controlla il negozio Etsy esistente e decidi quali dati e contenuti trasferire su Shopify. Una migrazione può essere una buona occasione per eliminare i vecchi contenuti a basso rendimento e dare un aspetto nuovo al tuo sito e al tuo negozio. Potresti migrare i seguenti dati da Etsy:

  • Prodotti
  • Clienti
  • Storico ordini (ordini che sono stati già evasi)
  • Recensioni

Scegli quindi un metodo per trasferire ciascun tipo di contenuto. Controlla le seguenti opzioni, che variano dalla meno complessa tecnicamente a quella più complessa:

  1. Opzione 1: copia il contenuto del negozio Etsy esistente e incollalo nel nuovo negozio Shopify.
  2. Opzione 2: esporta i dati in file CSV e importali nel nuovo negozio Shopify (non è possibile migrare alcuni dati in questo modo).
  3. Opzione 3: utilizza app per la migrazione di terze parti disponibili nello Shopify App Store.
  4. Opzione 4: contatta un Partner di Shopify per gestire e completare la migrazione.

I file CSV (Opzione 2) sono solitamente il modo più semplice e senza costi per trasferire i dati su Shopify, ma se ti si applica una delle seguenti condizioni, dovrai modificare il file CSV prima di poterlo importare su Shopify: - hai più di un'immagine per inserzione; - le inserzioni contengono variazioni (note come "Varianti" su Shopify).

Controlla le istruzioni su come modificare il file CSV nel passaggio 3.

Il resto di questa guida consiglierà di utilizzare i file CSV quando disponibili, ma elencherà altre opzioni per i casi in cui l'uso dei file CSV non risulta possibile.

Passaggio 2: esportazione dei dati delle inserzioni da Etsy

Puoi esportare le inserzioni da Etsy e utilizzare l'esportazione per creare un file CSV che può essere caricato su Shopify.

Passaggi:

  1. Accedi a Etsy.
  2. Da Gestione negozio, clicca su Impostazioni > Opzioni.
    Immagine della navigazione nella sidebar della piattaforma Etsy con Gestione negozio e Impostazioni evidenziate in caselle rosse.
    Immagine della navigazione Impostazioni della piattaforma Etsy con Opzioni evidenziate in una casella rossa.
  3. Clicca sulla scheda Scarica dati.
    Immagine da Opzioni nelle impostazioni della piattaforma Etsy con la scheda Scarica dati evidenziata in una casella rossa
  4. Nella sezione Inserzioni attualmente in vendita clicca su Scarica CSV.
    Immagine dalla pagina Download Shop Data (Scarica dati negozio) sulla piattaforma Etsy con il pulsante Scarica CSV evidenziato in una casella rossa
  5. Salva sul computer il file denominato EtsyListingsDownload.csv.

Passaggio 3: modifica del file CSV delle inserzioni prima dell'importazione su Shopify

Se le inserzioni contengono variazioni (note come varianti su Shopify), potrebbe essere necessario modificare il file CSV prima di poterlo importare su Shopify.

Fogli Google è consigliato per modificare una versione formattata dei file CSV, anche se potrebbero funzionare anche molte altre applicazioni per fogli di calcolo più diffuse, come Microsoft Excel o Numbers.

Modifica delle varianti delle inserzioni

Se per le inserzioni sono disponibili varianti, il file EtsyListingsDownload.csv potrebbe non essere importato correttamente senza modifiche. Ad esempio, se ciascuna delle varianti ha una SKU univoca, nel file CSV avrai bisogno di una riga per ogni combinazione unica di varianti. Ciò significa che se hai una t-shirt con opzioni di dimensione "Piccola, Media, Grande" e opzioni di colore "Rosso, Verde, Blu", avrai bisogno di nove righe in totale: una riga con "Piccola" e "Rossa", una riga con "Piccola" e "Verde" e così via.

Passaggi:

  1. Inserisci una nuova colonna denominata Nome Opzione1 e Valore Opzione1.
  2. Utilizzando lo stesso formato del passaggio 1, inserisci tutte le colonne opzione aggiuntive fino a quando non hai una colonna nome e una colonna valore per il numero massimo di opzioni di variante disponibili per i prodotti. Ad esempio, se uno dei prodotti ha quattro opzioni, devi creare colonne di opzioni fino a Nome Opzione4 e Valore Opzione4.
  3. Prendi i valori delle colonne "NOME VARIAZIONE 1" e "VALORI VARIAZIONE 1" esistenti e inseriscili come appropriato nelle nuove colonne Nome Opzione1 e Valore Opzione1. Utilizza la riga dell'inserzione originale per aggiungere dettagli sulla prima variante, quindi aggiungi nuove righe se necessario (duplicando lo stesso titolo) per varianti aggiuntive.
  4. Se nel file CSV Etsy sono presenti valori SKU:
    1. inserisci una nuova colonna denominata Variante SKU;
    2. prendi i valori dalla colonna "SKU" esistente e inseriscili nella cella Variante SKU appropriata su ogni riga.

Ad esempio, se una delle inserzioni ha una cella "NOME VARIAZIONE 1" con "Taglia", una cella "VALORI VARIAZIONE 1" con "S,M,L" e una cella "SKU" con "TS123-S,TS123-M,TS123-L", completa i seguenti passaggi:

  1. crea due nuove righe vuote;
  2. duplica il titolo dell'inserzione nelle due nuove righe;
  3. inserisci "Taglia" nelle celle Nome Opzione1 per tutte e tre le righe;
  4. inserisci "S" in Valore Opzione1 e "TS123-S" in Variante SKU per l'inserzione originale;
  5. Inserisci "M" in Valore Opzione1 e "TS123-M" in SKU della variante per la prima riga aggiuntiva.
  6. inserisci "L" in Valore Opzione1 e "TS123-L" in Variante SKU per la seconda riga aggiuntiva.

Per maggiori informazioni sulle colonne delle varianti nel file CSV, consulta Utilizzo dei file CSV per importare ed esportare prodotti.

Passaggio 4: importazione delle inserzioni Etsy in Shopify

Dopo aver ottenuto il file EtsyListingsDownload.csv e aver completato le modifiche necessarie, puoi importare i prodotti Etsy in Shopify.

Passaggi:

  1. Dal tuo pannello di controllo Shopify, vai a Prodotti.
  2. Clicca su Import (Importa).
  3. Clicca su Aggiungi file, quindi seleziona il file EtsyListingsDownload.csv scaricato nel passaggio due.
  4. Clicca su Caricamento e anteprima.
  5. Verifica i dettagli d'importazione, quindi clicca su Importa prodotti.

​​Una volta caricato il file CSV, ricevi un'email di conferma da Shopify all'account email utilizzato per configurare il negozio Shopify. Leggi alcune soluzioni ai problemi comuni o informazioni più generali sull'importazione di prodotti con un file CSV.

Passaggio 5: verifica e organizzazione dei prodotti dopo l'importazione

Dopo aver importato i prodotti in Shopify, verifica che tutte le informazioni siano state importate correttamente. L'errata importazione di dettagli come prezzo, peso e scorte può ripercuotersi sul tuo business.

Verifica di errori d'importazione comuni

Errori di migrazione comuni
Problema Risoluzione
L'importazione è stata eseguita correttamente, ma qualcosa è stato modificato. Se una qualsiasi delle informazioni di prodotto importate è stata modificata, verrà visualizzato un messaggio nella sezione Product review (Verifica prodotto) del riepilogo di importazione. Seleziona Visualizza articoli per apportare le modifiche necessarie.
Prodotti importati correttamente, ma non pubblicati. Se i prodotti che importi vengono contrassegnati come nascosti, non verranno pubblicati finché non li rendi disponibili sui tuoi canali di vendita.
Mancano i dettagli dei prodotti importati. Controlla la descrizione del prodotto nella pagina del prodotto, quindi inserisci le informazioni mancanti.
Mancata importazione delle varianti di prodotto. Se a un prodotto manca un'opzione della variante, l'importazione non verrà eseguita correttamente. Puoi invece aggiungere manualmente il prodotto al negozio Shopify.
Impossibile importare alcuni clienti o alcuni ordini. Se importi più clienti con lo stesso indirizzo email o numero di telefono, viene importata solo la voce cliente più recente che contiene dati duplicati. Puoi aggiungere manualmente eventuali profili cliente precedenti.

Verifica e organizzazione dei prodotti

  1. Controlla i dettagli dei prodotti, come la descrizione del prodotto, le immagini, le varianti, il prezzo e la meta description.
  2. Crea collezioni di prodotti per organizzare i tuoi prodotti in categorie; ciò ti consente di raggruppare i prodotti nel pannello di controllo Shopify e nel tuo sito web esterno.
  3. Comprendi le scorte dei prodotti e i trasferimenti per monitorare le scorte del tuo negozio. Controlla le app per la gestione delle scorte disponibili per determinare se sono necessarie per il negozio.

Passaggio 6: (facoltativo) importazione dei clienti e degli ordini su Shopify

Puoi anche migrare la cronologia degli ordini e il database dei clienti su Shopify, per fare riferimento agli ordini passati dei clienti e interagire meglio con il pubblico.

Puoi utilizzare app per la migrazione di terze parti dallo Shopify App Store. Le seguenti app possono aiutarti con l'importazione dei clienti e degli ordini:

Passaggio 7: (facoltativo) importazione delle recensioni su Shopify

Le recensioni delle inserzioni Etsy possono anche essere migrate su Shopify con l'utilizzo di un'app di terze parti. Alcune opzioni includono:

Puoi utilizzare app per la migrazione di terze parti dallo Shopify App Store. Le seguenti app possono aiutarti con l'importazione delle recensioni:

Passaggio 8: (facoltativo) mantenimento della sincronizzazione dei negozi Etsy e Shopify con

L'app ufficiale Shopify Marketplace Connect è un modo facoltativo per vendere sia su Shopify che su Etsy da un'unica piattaforma, con inserzioni, ordini e scorte sincronizzati e gestiti nel pannello di controllo Shopify.

Passaggio 9: ottimizzazione dell'aspetto del sito web

Quando apri un account su Shopify, nella pagina Temi del tuo pannello di controllo è impostato un tema predefinito, per aiutarti a iniziare. Devi personalizzare il tema per fare in modo che il tuo sito web sia come vuoi. Se desideri personalizzare un tema diverso per il tuo negozio online, puoi aggiungerlo dal pannello di controllo Shopify.

Per aggiungere un tema per il tuo negozio online, scegli una delle seguenti opzioni:

Aggiungi un tema gratuito dal pannello di controllo

I temi gratuiti sono sviluppati da Shopify. Shopify fornisce assistenza per la personalizzazione dei temi gratuiti.

Passaggi:

Aggiunta di un tema dal Theme Store

I temi a pagamento sono sviluppati da designer di terze parti. L'assistenza per la personalizzazione dei temi di terze parti è fornita dal designer del tema.

Passaggi:

  1. Visita il Theme Store di Shopify e scegli un tema. Se sei ancora nel periodo di prova gratuita, scegli un tema gratuito per evitare eventuali addebiti.
  2. Se hai scelto un tema gratuito, fai clic su Aggiungi tema o Inizia con questo tema. Se hai scelto un tema a pagamento, fai clic su Acquista per acquistarlo. I temi a pagamento non sono rimborsabili. Per essere sicuro che sia adatto alle tue esigenze, puoi provare un tema a pagamento prima di acquistarlo.
  3. Per i temi a pagamento, fai clic su Approva per approvare il pagamento. Il tema verrà aggiunto alla pagina Temi del tuo pannello di controllo.

Prova un tema a pagamento per il tuo negozio

Prima di acquistare un tema a pagamento lo puoi provare, per vedere se è adatto ai tuoi prodotti e ai colori e stile del tuo brand. Quando visualizzi l'anteprima di un tema, puoi personalizzarlo utilizzando l'editor del tema. Qualsiasi modifica apportata viene salvata quando acquisti il tema. Puoi visualizzare in anteprima fino a 19 temi a pagamento, per confrontare temi diversi prima dell’acquisto.

Passaggi:

  1. Visita il Theme Store di Shopify e scegli un tema a pagamento.
  2. Fai clic su Prova tema. Verrà caricata un’anteprima del tema per il tuo negozio online.
  3. Effettua una delle operazioni seguenti:
    • Per interrompere l’anteprima del tema, fai clic su Chiudi anteprima.
    • Per acquistare il tema, clicca su Acquista.
    • Per modificare le impostazioni del tema usando l’editor del tema, fai clic su Personalizza tema.

Se scegli di non acquistarlo, il tema a pagamento verrà comunque aggiunto alla pagina Temi del pannello di controllo. I temi a pagamento che stai provando hanno un'etichetta Prova del tema.

Passaggio 10: configurazione delle impostazioni

Devi configurare correttamente le tariffe e i metodi di spedizione prima del lancio: sarebbe spiacevole dover rimborsare al cliente un importo addebitato in eccesso o dovergli inviare un’email chiedendo un’integrazione di pagamento perché l’importo non era sufficiente a coprire le spese di spedizione dell’ordine.

Per ulteriori informazioni sulla spedizione e l’evasione degli ordini, fai clic qui.

Passaggi:

  1. Controlla l'indirizzo del tuo negozio per ottenere tariffe di spedizione precise in base alla tua sede. Se spedisci da altre sedi, aggiungile come sedi.
  2. Crea zone di spedizione per abilitare la spedizione in aree geografiche, stati e paesi diversi.
  3. Se utilizzi tariffe di spedizione calcolate dal corriere, configura le dimensioni della spedizione. Molti corrieri usano il peso volumetrico (altezza, peso e profondità di un imballaggio) per calcolare le tariffe di spedizione.
  4. Configura le tariffe di spedizione per le zone di spedizione che crei.
  5. Scegli una strategia di spedizione adatta alla tua attività. Può essere utile considerare alcune opzioni per vedere quali soddisfano meglio le tue esigenze prima di prendere una decisione.
  6. Decidi come evadere i tuoi ordini. Puoi evadere e spedire gli ordini in autonomia oppure utilizzare un servizio logistico che spedisce gli ordini per te.

Passaggio 11: configurazione delle imposte

L’addebito delle imposte sulle vendite è una parte importante della gestione della tua attività. Le norme e le regole sull’imposta di vendita applicabile ai tuoi prodotti variano a seconda di dove si trova il tuo negozio. Per assicurarti che il tuo negozio rispetti tali regole, dedica del tempo alla comprensione del processo di configurazione delle imposte di Shopify.

Addebito delle imposte in base alle destinazioni di spedizione

Quando configuri le spedizioni, puoi applicare le imposte di spedizione ai tuoi prodotti in base alle normative fiscali provinciali, regionali o statali del cliente. Le imposte verranno calcolate automaticamente da Shopify.

Se devi configurare le imposte manualmente, in base a una regione geografica con normative fiscali specifiche o a una specifica collezione di prodotti, puoi usare le eccezioni fiscali.

Monitoraggio delle imposte

Quando configuri le impostazioni fiscali per i tuoi prodotti, devi valutare come monitorare le imposte durante tutto l'anno.

In caso di dubbi sul sistema da usare per monitorare le imposte, ti consigliamo di consultare alcune app di contabilità disponibili nello Shopify App Store.

Passaggio 12: configurazione di un gestore dei pagamenti

Per assicurarti che i clienti possano pagarti, devi configurare un gestore dei pagamenti. Quest'ultimo ti consente di accettare pagamenti con carta di credito in modo sicuro. Shopify Payments è disponibile in alcuni paesi e sono disponibili diversi altri gestori di pagamenti di terze parti supportati.

Configurazione di un gestore dei pagamenti

  1. Seleziona un gestore dei pagamenti tra Shopify e i fornitori terzi supportati.
  2. Abilita Shopify Payments o un gestore dei pagamenti di terze parti nel tuo pannello di controllo Shopify.
  3. Scegli in che modo acquisire e autorizzare i pagamenti quando i clienti effettuano acquisti nel tuo negozio.

Dopo avere configurato i gestori dei pagamenti, devi configurare la pagina di check-out in modo da elaborare gli ordini dei clienti.

Configurazione del check-out

  1. Configura l'evasione dell'ordine e l'autorizzazione di pagamento.
  2. Aggiungi le informative del tuo negozio in modo che i clienti possano visualizzarle prima di completare il check-out.
  3. Modifica le impostazioni sui dati dei clienti richieste al momento del check-out e decidi se raccogliere gli indirizzi email per inviare ai clienti aggiornamenti su eventi e promozioni.

Passaggio 13: inserimento di alcuni ordini di prova

Dopo avere configurato le impostazioni di pagamento, prova a eseguire alcune transazioni per assicurarti che tutto funzioni. L’esecuzione di un ordine di prova ti aiuterà a capire la procedura seguita dai tuoi clienti quando acquistano i tuoi prodotti. Puoi accedere a tutti gli ordini effettuati dai clienti dalla pagina Ordini nel tuo pannello di controllo Shopify.

Puoi eseguire ordini di prova per diversi tipi di transazioni:

Quando crei, rimborsi ed evadi ordini, vedrai le email ricevute dai clienti per ogni azione. Puoi modificare i modelli di queste email dalla pagina Notifiche del tuo pannello di controllo Shopify.

Passaggio 14: aggiunta di staff al negozio

Se hai staff che ti aiuta a gestire il negozio, puoi aggiungere membri dello staff al tuo negozio Shopify. Ogni membro dello staff ha credenziali di accesso personali. Puoi anche impostare le autorizzazioni per ogni membro dello staff per limitare l'accesso a determinate aree del tuo negozio e proteggere i dati sensibili.

Scopri di più sulla gestione dello staff.

Passaggio 15: configurazione del dominio

Per allestire il tuo negozio Shopify, puoi acquistare un nuovo dominio o trasferire al tuo nuovo account Shopify il dominio associato al tuo negozio esistente.

Ottieni un nuovo dominio

Puoi acquistare un nuovo dominio direttamente da Shopify.

Passaggi:

  1. Acquista il tuo dominio tramite Shopify.
  2. Imposta il tuo dominio Shopify come primario, in modo che diventi il dominio mostrato ai clienti nel browser, nei risultati di ricerca e sui social media.
  3. Configura l'inoltro email in modo che i messaggi email che i clienti inviano all'indirizzo email del dominio personalizzato siano reindirizzati al tuo indirizzo personale.

Collega o trasferisci un dominio esistente a Shopify

Se hai già un dominio, segui questi passaggi per puntare il dominio al tuo negozio Shopify.

Puoi utilizzare il tuo dominio esistente ma la struttura dei link di Shopify per ogni singola pagina è probabilmente diversa dal servizio precedente; ciò significa che i vecchi link a pagine specifiche probabilmente non potranno essere aperti dai clienti. Ad esempio, la vecchia pagina della tua informativa sulle spedizioni potrebbe avere l'URL example.com/policies/shipping-policy, ma su Shopify quella pagina potrebbe essere example.com/pages/shipping-policy.

Per evitare che ai clienti compaiano pagine di errore, prima di trasferire il tuo dominio puoi configurare in anticipo i reindirizzamenti URL per le pagine che i clienti potrebbero aver aggiunto ai preferiti o per i link da fonti di terze parti. In questo modo, se visitano il vecchio link dopo il trasferimento del dominio, vengono reindirizzati al nuovo link anziché visualizzare una pagina di errore.

Sei pronto per iniziare a vendere con Shopify?

Provalo, è gratis